BUSCAR POETAS (A LA IZQUIERDA):
[1] POR ORDEN ALFABÉTICO NOMBRE
[2] ARCHIVOS 1ª, 2ª, 3ª, 4ª, 5ª 6ª 7ª 8ª 9ª 10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª y 21ª BLOQUES
[3] POR PAÍSES (POETAS DE 178 PAÍSES)

SUGERENCIA: Buscar poetas antologados fácilmente:
Escribir en Google: "Nombre del poeta" + Fernando Sabido
Si está antologado, aparecerá en las primeras referencias de Google
________________________________

lunes, 7 de noviembre de 2011

5283.- VALENTINO ZEICHEN


VALENTINO ZEICHEN
Valentino Zeichen nació en 1938 en Fiume (la actual Rijeka, Croacia) y reside en Roma.
Entre otros libros, ha publicado: Area di rigore, Pagine di gloria y Ricreazione.
Valentino Zeichen è nato a Fiume e vive a Roma. Ha pubblicato: Area di Rigore, Coop. Scrittori, Roma, 1974; Ricreazione, Società di Poesia - Guanda, Milano, 1979; Pagine di Gloria, Guanda, Milano, 1983; Tana per Tutti, romanzo, Lucarini, Roma, 1983; Museo Interiore, Guanda, Milano, 1987;, Poésies d'abbordage, Les Cahiers de Royaumont, Luzarches, 1989; Gibilterra, Mondadori, Milano, 1991; Metafisica tascabile, Mondadori, Milano, 1997; Ogni cosa a ogni cosa ha detto addio, Fazi Editore, Roma, 2000.
E' presente nell'antologia di poesia internazionale, in lingua tedesca, curata da Hans Magnus Enzensberger, Luftfracht Internationale, Poesie 1940 bis 1990, Eichborn Verlag, Francoforte, 1991; Apocalisse nell'arte, edizioni della Cometa, Roma 2000.



NIZA

En la Promenade des Anglais en Niza
una muchacha de perfil tonquinés está sentada frente al mar
y rellena un crucigrama en el periódico;
lo orienta con sabios ajustes
para que la cuadrícula del enigma coincida a distancia
con la intersección de longitud y latitud.

Viéndola inactiva me acerco a sugerirle
alguna palabra, sigo por unos instantes
la colocación de las letras orgulloso del aporte
cuando me embiste una salva de insultos
que levantan columnas de agua –
la abandono y corro a resguardarme sospechando
que se trata de una batalla naval.


NIZZA

Sulla Promenade des Anglais a Nizza
una ragazza dal profilo tonchinese siede davanti al mare
e compila un cruciverba sul giornale;
lo orienta con sapienti aggiustamenti
affinchè la tavola enigmistica collimi a distanza
con l’intersezione di longitudine e latitudine.

Vedendola inattiva mi avvicino per suggerirle
qualche parola, seguo per qualche istante
la posa delle lettere fiero dell’aporto
quando m’investe una salva d’insulti
che sollevano colonne d’acqua –
l’abbandono e corro al riparo presumendo
che si tratti de battaglia navale.

Traducido por CARLOS VITALE









La Poesía

Come un ricorrente duplicato di Big Bang
simula la nascita dell'universo
a sua differenza, possibile figlia d'ignoti.
Ella ha madre sebbene svagata,
espulsa in un baleno dall'ispirata origine e
subito estranea all'istantanea matrice creativa.
La poesia: annodate interiora.
Si dipana nella prosaicità della lingua
e lascia scorgere allettanti Aleph
dall'inafferrabile momentaneità;
gli accostamenti accidentali
fra le lingue ancora brulicanti
l'apparentano agli invertebrati,
i nodi vengono al pettine dello stile e
il poeta deve alla sua perizia di fisiologo
il taglio dei versi.
Senza offendere le sinapsi semantiche
riconduce a capo i misurati segmenti
comparabili agli esagrammi
delle divinazioni King.
Ogni volta che la mimesi creativa ricomincia
si ripropone il dilemma: il mondo
deve supporsi creato in versi
come ventilano le scritture oppure
si tratta di opera in prosa evoluzionistica?
Nel dubbio aporistico
applichiamo alla creazione
l'analisi stilistica.

(da: Pagine di gloria)









L'Altra metà

Nella moltitudine di contenitori
che popolano il mondo invidiamo
quelle mezze scatole avvitabili
che per un incontro fortuito
hanno riconosciuto nel coperchio
l'altra metà mancante.
Evento mitico ricorrente nei sogni
che non ha mai luogo in vita
né per oggetti gli umani,
risultando sempre vane le ricerche
intraprese, senza contare le spese.

(da: Pagine di gloria)








PRANZO DI ASTEMI

Solo dagli astemi
ci si può aspettare
generose sorprese.
L’amica Barbara Alberti
mette sulla tavola
una bottiglia di champagne.
I convitati ne assaggiano appena
per non danneggiare
le loro facoltà mentali.
Io me la scolo quasi tutta
alzando ulteriormente
il mio già elevato
quoziente intellettuale.

29

Poiché Dio è già
affiancato dai suoi
angeli cantori,
spero di diventare
uno dei cuochi degli Dei
avendo un’alta opinione di me
come cuoco.

MICETTA

Le sue treccine bionde
sarebbero come micce se
accostate alle mie labbra.
I baci incendiari
provano e riprovano
ad accenderle, ma
devono essere scintille
d’una antiquata passione
che non infiamma più.
I suoi capelli sembrano
vieppiù umidi,
sarà la giornata piovosa?